Questo sito è una via di mezzo tra un diario di viaggio ed una guida goliardica. Troverete foto, indicazioni su albergue, info utili e molto altro. Gli autori del sito, Gianluca e Federica, hanno intrapreso il Cammino nell’agosto 2006. La maggior parte delle informazioni contenute sul sito sono relative a quel periodo.

Se qualcuno vuole contribuire alla crescita del sito, inserendo articoli, foto o il proprio diario di viaggio, ci contatti pure. Saremo ben lieti di condividere la gestione del sito.

Ultime News

  • COME RISPARMIARE 250 EURO DI TAXI PER ARRIVARE A SJPDP 27 maggio 2016 - RIPROPONGO L’ARTICOLO, DI QUALCHE SETTIMANA FA’, PER CHI ANCORA NON HA COMPRATO UN VOLO PER LOURDES… Sono continue  le richieste di condivisione di taxi da Lourdes a SJPDP…e si, la cifra richiesta dalle navette è proprio quella… 250 euro.. a volte anche di più… per un esperienza come il cammino, la partenza che preveda una spesa … Continue reading »
  • 4 luglio 27 maggio 2016 - ciao a tutti. parto il 4 luglio da orio al serio per lourdes e poi via a sjpdp. mi chiedevo se ci fossero altri sullo stesso volo. volevo inoltre sapere se secondo voi è meglio prenotare il biglietto del treno per bayonne perchè mi pare ci sia poco tempo…grazie
  • Cerco compagni di viaggio 23 maggio 2016 - Non so quando ma vorrei organizzare per fare il cammino di santiago per intero..Sono abbastanza allenato, ma cerco compagnia un po per ottimizzare i costi. Non sono un credente praticante, ma cerco solo di trovare una motivazione per affrontare problemi che sto vivendo, e provare a me stesso che tutto e’ possibile……Vittorio
  • lourdes-saint jean pied du port 18 maggio 2016 - Ciao, venerdì 5 agosto volerò su lourdes con arrivo alle 17.10. Qualcuno è interessato al trasferimento in taxi fino a saint jean? il prezzo è 250 euro per 4 persone. Si può arrivare a sei o sette persone max con un supplemento di prezzo. Il viaggio dura circa un ora e 45 minuti. Buona giornata
  • lourdes-saint jean pied du port 18 maggio 2016 - Ciao, venerdì 5 agosto volerò su lourdes con arrivo alle 17.10. Qualcuno è interessato al trasferimento in taxi fino a saint jean? il prezzo è 250 euro per 4 persone. Si può arrivare a sei o sette persone max con un supplemento di prezzo. Il viaggio dura circa un ora e 45 minuti. Buona giornata

Leggi tutte le News…

 

Film realizzato da Nicola Turrini 11/2014


Vedi tutti i Video sul Cammino


1.662 Responses to

  1. Caserta Taxi

    Vabbè, il cammino di santiago in taxi? non è plausibile.

  2. frank

    Confermo, confermo la tua prosa, la capacità e facilità di esposizione.. Dono che non ho mai avuto, ne mai avrò…
    Ma dopo tanti giri…come un politico, non hai detto niente
    Ed è un peccato.. Perché quelli come te, che ne hanno la capacità. Dovrebbero essere traino, esempio. E se di spiritualità parliamo…. Anche pronti al “sacrificio”…
    Ma il voler stare sempre a galla, costi quel che costi… A me…
    Continua a non piacere.

  3. luc

    Amen e cosi sia!!!

  4. luc

    Ti cito ” “da quel strettamente personale” … Etc etc”
    Che tu riproponi esattamente uguale…
    Mettendoti esattamente nella stessa situazione… Dalla quale vorresti far uscire me….
    Cosa che al contrario, nel suo post di risposta, Alessandra,perche è di quei due post che parliamo, no? ha dimostrato di aver esattamente compreso…
    Ma è stato bello leggerti… Spero per il bene di tutti noi che non sia l ultima volta

  5. Manlio

    Luc,
    cerco di dare un senso al tuo commento riportando qui di seguito, con sincerità, il mio pensiero che, non ritengo “Verbo” e non richiede condivisione o consenso essendo e restando solo il mio pensiero, se pur ponderato, sezionato, valutato, ricomposto e di seguito trascritto.
    Trovo che il tuo commento su Alessandra e ancor più i puntelli successivi, sia, a dir poco, presuntuoso oltre che supportato da esperienze, individuali, oggi irreali perché assolutamente fuori contesto e comunque poste senza un minimo d’amore e o intento pedagogico.
    Traspare tutto il vecchio e non in senso anagrafico che ti porti dentro con le relative frustrazioni e conseguenti appannmenti oltre che, sopratutto, devastanti certezze.
    Ovviamente non ti parlerò della mia formazione, delle mie esperienze, della mia difficoltà, alla mia età, a confrontarmi con un mondo in evoluzione veloce e continua e sopratutto influenzato, pesantemente, dal comportamento quarantennale di quelli della nostra età e attento: a nulla serve portare a proprio credito aver fatto la guerra, la Repubblica o sostenere con la propria pensione figli e nipoti.

    Immagino che questo sito sia frequentato da molti giovani e dice bene Alessandra nel desiderarlo più amico, la formazione e la crescita la farà il cammino, questo è altri.

    Seguo il Blogg da tanto tempo e tutti chiedono le stesse cose, legate perlopiù a questioni pratiche e condizionate, anche qui, da tempo e danaro. Le risposte, nella stragrande maggioranza dei casi, utili ed efficaci, suscitano in me amarezza perché spesso appesantite da saccenza e da quel “strettamente personale” che il più delle volte dovrebbe essere omesso non fosse altro perché causa, non rara, di scontri tra intervenuti, con due presenze in particolari.

    Avrei ancora molto da scrivere ma mi astengo, concludo solo dicendoti che da quel che ho letto non hai nulla da insegnare o in caso contrario non sai metterlo in mostra e ancor meno trasferirlo

    N.b. trattasi di quella franchezza da te tanto auspicata.
    Buon cammino a tutti, tutti,
    Manlio

    • frank

      mi fà strano.. che tu ti sia focalizzto su una cavolata.. ma che ti sia guardato bene dal commentare il resto della discussione….
      quella a cui si riferiva il tutto..” i pescatori” che sempre piu frequentano questi forum..
      a caccia di anime, corpi, portafogli, o in qualche caso anche portatori di bene…(ma questi pochi però…)
      come dire.. porte aperte ai furbetti.. ma chiuse a chi non si esprime in modo sufficientemente chiaro per te (ma io invece avevo capito il senso.. eccome..)
      devo però ammettere che tu scrivi bene, meglio di Luc e di me e di quasi tutti gli altri..
      franchezza per franchezza…
      io preferisco chi prende una decisione, chi decide su quale sponda, chi sta su una sola staffa…
      a chi sta sempre nel mezzo…
      spero che adesso tu non scompaia al pari del venditore di viaggi in bus,dell’avvocato che ne ha preso le parti etc etc.. e dia anche tu il tuo contributo a questa generazione, che si trova a dover essere, come tu giustamente fai notare, clamorosamente disoccupata, mentre i “baroni” occupano la sedia fino alla morte..
      questo è solo un forum senza moderatore, e tratta di un piccolo argomento..
      e come sempre chi sa fà, chi non sà insegna….
      e chi ha insegnato tutta la vita ha imparato i modi.. chi ha fatto e ci prova , ad insegnare intendo, non ha i modi… e dà fastidio…
      in conclusione mi sarebbe piaciuto un tuo commento su quel che era accaduto prima, e che ha provocato il commento di Alessandra…. non su una cavolata…..

      • Manlio

        Provo a rispondere, solo per non “scomparire” ma con una certa difficoltà in quanto, rispondendo, finisco per incrementare quanto qui non mi piace, il chicchericcio che nulla ha di spirituale e mette in evidenza interiori poveri, tristi, a volte, mi pare, intrisi di protagonismo.

        Rispondo quindi a Frank.

        Non sono entrato nel dibattito perché non lo avevo percepito come tale e non mi è venuto d’intervenire, men che meno di consigliare mentre ho trovato ingiustificato l’intervento di Luc, così come tante altre volte mi è accaduto, con altri, senza però ribattere. 

        Dopo la sollecitazione di Frank ho riletto tutti i vari passaggi e tenendo ben presente che siamo in un contesto prevalentemente spirituale  provo a sintetizzare il mio pensiero, scusandomi con tutti coloro ne fossero disturbati o semplicemente annoiati.

        Premessa: sono ben consapevole che la “vita” che ognuno di noi si è costruito attanaglia, non da tempo, lesina le risorse e quindi deforma. 

        Deforma al punto da far perdere l’origine e quindi, addirittura, il termine di paragone facendo ritenere il “proprio” il centro dell’universo, anche quello spirituale a cui, senza rendersene conto, spero,  subordinare anche l’omaggio al Divino, qualunque Esso sia a cui il cammino dovrebbe tendere. 

        Provo a contestualizzare:

        – la stragrande maggioranza dello spazio, delle domande e delle risposte verte qui sui mezzi di trasporto, sul l’alternativa al camminare che è, invece, alla base di questa esperienza e che la caratterizza;

        – su questa scia si arriva all’esaperazione della ricerca contando minuti, soldi, passi da fare per ottenere…? come se stessimo pianificando un obiettivo tattico e non un viaggio nello spirito, da nessuno imposto (ma forse non è così, magari è il nostro ego, a vario titolo, che spinge). A questo punto partono le richieste, taxi da condividere e altro;

        – il sito viene trasformato in una “piazza” ove si materializza, in modo importante e ricorrente, una “richiesta” che potrà essere percepita più o meno pesantemente dall’esterno che naturalmente proporrà le proprie diverse risposte.

        Venendo a quanto Frank mi chiede di dibattere:

        – non so quali siano gli intenti di Guido e pur essendo io disincanto e severo non mi sento di valutarlo o svalutarlo. Anche lui si è espresso qui, a suo modo, con una proposta certamente scaturita dall’insistenza della richiesta;

        – i detrattori, a priori, mi lasciano più perplesso, trovo quell’atteggiamento non cristiano soprattutto non supportato e non giustificato da: “come va il mondo”;

        – i paladini apparsi in difesa dell’una o l’altra posizione mi paiono subdoli, nella forma e nella sostanza. 

        Conclusione:

        Questa è una via, virtuale ma pur sempre un percorso con viandanti e qui come nel Cammino o nel nostro personale cammino attraversiamo dei territori, diversi, dove altri espongono i propri prodotti, alcuni sani, alcuni marci, altri addirittura avvelenati e sta a noi valutare, scegliere, raccontare, informare.

        Sopratutto, nel nostro personale cammino, amare, se stessi e la vita e partendo da qui amare chi ci si avvicina amandolo di più se dichiara? o senza farlo denota, uno stato di necessità.

        In fine, molti sulla terra hanno molto da insegnare ma tanti non possono farlo, per i motivi più diversi e coloro i quali ci riescono non hanno la garanzia che il loro messaggio vada a buon fine. 

        Se l’umanità avesse raccolto tutto quanto di giusto, buono, bello, nel tempo si è trasmessa e da padre in figlio si è trasmesso saremo in quel famoso paradiso terrestre di cui non abbiamo traccia. 

        Oggi più che mai il male, non diabolico ma più semplicemente quello umano, sembra prevalere e l’unica possibilità di migliorarci possiamo ricetcarla in un diverso e migliore rapporto tra le generazioni, con particolare attenzione a quella più giovane a cui fornire esempi virtuosi prima che consigli ormai depotenziati dal consolidato disinvolto quotidiano. 

        Grazie a chi ha letto fin qui e grazie a chi mi ha stimolato a scrivere dandomi la possibilità di focalizzare un pensiero che pur vago girava nella testa ogni qual volta leggendo nel blog mi appariva il “pontificare” prevalente. 

        Buona strada, Manlio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avvisatemi sugli sviluppi di questa discussione. (avvisatemi anche se non ho commentato)