Questo sito è una via di mezzo tra un diario di viaggio ed una guida goliardica. Troverete foto, indicazioni su albergue, info utili e molto altro. Gli autori del sito, Gianluca e Federica, hanno intrapreso il Cammino nell’agosto 2006. La maggior parte delle informazioni contenute sul sito sono relative a quel periodo.

Se qualcuno vuole contribuire alla crescita del sito, inserendo articoli, foto o il proprio diario di viaggio, ci contatti pure. Saremo ben lieti di condividere la gestione del sito.

Ultime News

  • cammino di Santiago a maggio 2015 21 dicembre 2014 - Mi chiamo Livio sono di Torino e ho 61 anni. Cerco compagni di viaggio per il cammino di Santiago che farò dai primi di maggio 2015 a piedi. Nel 2013 l’ho fatto in bici e nel 2014 a piedi partendo da Pamplona (volo da Torino con scalo a Madrid), non ho mai cominciato il cammino … Continue reading »
  • Cammino francese a gennaio 15 dicembre 2014 - Ciao! Siamo Denyse e Roberto, abitiamo a Roma ma siamo uno siciliano e una mezza svizzera e triestina! Abbiamo da poco prenotato il nostro volo per Biarritz…il 9 gennaio! Tutti non fanno altro che dirci che è una follia e noi siamo sempre più convinti che sarà un’esperienza incredibile anche con la pioggia e il … Continue reading »
  • Cammino Francese 10 dicembre 2014 - ciao!!! comprato oggi i biglietti aerei….partenza da Milano il 23 aprile con destinazione Madrid e successivo trasferimento a Ponferrada….da li si parte…..ritorno previsto il 4 maggio….amici di Torino
  • cammino francese aprile2015 4 dicembre 2014 - ciao!! sarei intenzionato a percorrere il cammino con partenza da SJPDP intorno al 26 aprile. cerco compagni di viaggio.
  • Vorrei partire da roma cerco compagni di viaggio 4 dicembre 2014 - Salve sono Sandro vorrei partire questa estate da Roma per fare il cammino. Cerco compagni di viaggio.

Leggi tutte le News…

 

Film realizzato da Ivano Tavaglione


1.014 Responses to

  1. Letizia Diletta

    Preghiera del pellegrino
    di Fratello Dino

    Quand’anche avessi percorso tutti i sentieri,
    superato montagne e valli da est a ovest,
    se non ho scoperto la libertà di essere me stesso,
    allora non sono ancora arrivato.
    Quand’anche avessi condiviso tutti i miei beni
    con persone di altre lingue e culture;
    quand’anche avessi per amici dei pellegrini dell’altra parte del mondo
    e dormito negli stessi alloggi dei santi e dei principi,
    se, domani, non sono capace di perdonare al mio vicino,
    allora non sono ancora arrivato.
    Quand’anche avessi portato il mio sacco dal primo all’ultimo giorno
    e sostenuto i pellegrini a corto di forze,
    o ceduto il mio letto a qualcuno arrivato dopo di me,
    donato la mia borraccia senza alcuna contropartita,
    se, di ritorno a casa e al lavoro
    non sono capace di seminare attorno a me la fratellanza,
    la felicità, l’unità e la pace,
    allora non sono ancora arrivato.
    Quand’anche avessi ogni giorno mangiato e bevuto a sazietà,
    a disposizione tutte le sere un tetto e una doccia,
    ricevuto delle cure per le mie ferite,
    se non ho visto in tutto questo l’amore di Dio,
    allora non sono ancora arrivato.
    Quand’anche avessi visitato tutti i monumenti
    e ammirato i più bei tramonti,
    imparato a dire buongiorno in tutte le lingue,
    gustato l’acqua di tutte le fontane,
    se non ho indovinato chi è Colui che, senza nulla attendere in cambio,
    mi offre tanta bellezza e tanta pace,
    allora non sono ancora arrivato.
    Se adesso smetto di camminare sulla tua strada,
    di proseguire la mia ricerca e di vivere in coerenza con ciò che ho imparato;
    se, d’ora in avanti, non vedo in ogni persona, amico o nemico,
    un compagno di strada;
    se, ancora oggi, il Dio di Gesù di Nazareth
    non è per me il solo Dio della mia vita,
    allora non sono ancora arrivato.

    PREGHIERA TROVATA NELLA PARROCCHIA DI O’ CEBREIRO. UN CARO SALUTO A TUTTI.

    • renato

      Bellissima!
      Evidentemente, per chi la ha scritta, un non credente anzi un non Cristiano non arriverà mai.
      Peccato.
      Io naturalmente la penso diversamente.
      Ciao

    • roby

      esattamente cio che fa la differenza tra un pellegrino e un turista/amante del trekking/ spirituale…
      e ribadisco, per non ricevere e riaprire dibattiti inutili:
      TUTTI POSSONO FARE IL CAMMINO, RELIGIOSI E NON, si puo essere x bene anche senza essere religiosi, il perdono,l’amore’ il dono,l’accettazione etc non sono prerogativa del credente… il rispetto della storia del cammino è però sempre dovuta, anche se a percorrerlo è ad esempio un coreano animista….(che molto probabilmente saprà rispettare piu di quanto noi facciamo)…….

    • sarah

      come vedi ribatti a tutto, qualsiasi cosa non vada bene a te è sbagliata, bellissima ma sbagliata… chissa mai perchè???

      • renato

        Beh! Mi sembra che a ribadire siamo in due.
        Ancora una volta mi metti in bocca cose che non ho mai detto e nemmeno mai pensato.
        Non ho mai usato la parola “Sbagliata” e nessun vocabolo che possa far pensare al verbo sbagliare.
        Ho solo fatto notare che per l’autore di quella preghiera chi non è credente non arriverà mai. Lo dice lui, non io. Ho anche detto che io la penso diversamente. Questo non implica in nessun modo che chi pensa diversamente da me sbagli. Abbiamo solo due diversi punti di vista.
        A te piace il mare a me la montagna, possiamo discuterne tutta la vita ma nessuno dei due sbaglia.
        Idee diverse non implicano automaticamente che qualcuna sia sbagliata.
        Ciao

      • sarah

        mahhh!!!!!!!!

    • sarah

      ho trovato questi consigli che possono essere utili riguardo l’uso degli albergue, perlomeno quelli pubblici/parrocchiali, che possono essere utili a chi vuole intraprendere il cammino per la prima volta, ma non solo..
      “Il pellegrino non pretende … il pellegrino accetta, ringraziando
      Nessuno è obbligato per legge, almeno per ora, ad ospitare un pellegrino nella propria casa. Chi ci ospita è perchè nel Cuore si sente di farlo. E noi possiamo solo essere riconoscenti. Invitiamo quindi a comportarsi secondo i “valori pellegrini” dando di seguito alcuni suggerimenti per una buona convivenza con gli altri presenti e con chi ci ospita:

      rispetta il riposo degli altri e i momenti di silenzio
      lascia sempre pulito e in ordine, anche se non sei stato tu a sporcare
      osserva le regole degli ostelli senza lamentarti e rispetta il lavoro degli ospitalieri
      mantieni puliti docce e servizi igienici e non occuparli per troppo tempo
      se sono previste cene comunitarie contribuisci alla preparazione e/o alla pulizia dopo la cena
      firma, se presente, il libro del pellegrino e lascia un commento sull’accoglienza ricevuta ed eventualmente dei consigli
      lascia, se puoi, un’offerta anche quando non richiesta. In questo modo favorirai il miglioramento dell’ospitalità e dei servizi.
      saluta sempre con un sorriso e non dimenticare di ringraziare”

  2. renato

    Ho incontrato dei pellegrini a cavallo, e per quel che dicevano, la difficoltà maggiore era quella di trovare l’alloggio per il cavallo, più che per loro. Immagino comunque ci siano delle guide apposite.
    Ciao

  3. patrizia

    Buona sera,un sogno da realizzare…il percorso per Santiago lo vorrei fare con il mio cavallo e alcuni amici partendo da Firenze qualche tappa fino al confine Francese è già segnata ma manca ancora tanta organizzazione chi lo ha già fatto prima dice che è stata esperienza unica e se a piedi ci sono delle difficoltà con il cavallo aumentano per adesso è veramente poco più di un sogno voi nel vostro cammino avete incontrato persone con i cavalli vi sono apparsi più in difficoltà di altri?Con i miei amici abbiamo già fatto lunghi viaggi a cavallo e siamo abbastanza preparati hai problemi che si possono incontrare che ne pensate?

  4. fabio

    quale servizio?
    intendi custodire il camper?
    se è quello ti basta lascirlo in un campeggio o in un parcheggio…
    se invece intendi il trasporto vostro e delle bici da santiago al camper basta il treno o il bus…
    che tipo di stutture intendi?
    ci sono molti siti utili per intraprendere il cammino, a cominciare da questo, ma ti basta fare una ricerca su google per trovare tutte le info che vuoi..
    certo puo irivolgerti ad un agenzia di viaggi che ti organizzi tutto…………

  5. enea

    Buongiorno, avrei pensato di percorrere con mia moglie il sentiero e sarebbe nostra intenzione raggiungere la Spagna in camper per poi parcheggiarlo e intraprendere il cammino in bici e tornare successivamente a recuperarlo. Vorrei sapere se esistono strutture, che offrono tale servizio. Se ciò fosse possibile chiedo cortesemente di volermi comunicare le informazioni utili al riguardo.
    Grazie e buona serata.

    • eugenio parisi

      Ho effettuato il Cammino nell’aprile scorso e a Leon ho conosciuto due bresciani, partiti da SJpP in bici,
      che terminato il percorso a Santiago ritornavano a Pamplona con un pulmino che a richiesta effettua tale percorso da li poi in autobus a Roncisvalle e quindi in bici a SJpP dove recuperavano l’auto per il rientro.
      Spero che tali indicazioni ti siano utili e comunque
      “Buen camino”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Avvisatemi sugli sviluppi di questa discussione. (avvisatemi anche se non ho commentato)