Questo sito è una via di mezzo tra un diario di viaggio ed una guida goliardica. Troverete foto, indicazioni su albergue, info utili e molto altro. Gli autori del sito, Gianluca e Federica, hanno intrapreso il Cammino nell’agosto 2006. La maggior parte delle informazioni contenute sul sito sono relative a quel periodo.

Se qualcuno vuole contribuire alla crescita del sito, inserendo articoli, foto o il proprio diario di viaggio, ci contatti pure. Saremo ben lieti di condividere la gestione del sito.

Ultime News

  • sardegna-saint-jean-pied-de-port 22 luglio 2014 - ciao, abbiamo deciso di partire il 18 agosto solo ora ma non abbiamo una pallidea idea di dove iniziare. Sappiamo solo che arriviamo a girona alle 23.40 e che dobbiamo poi andare a saint.jean.pied-de-port. Qualcuno ha voglia di darci una mano? Grazissime
  • camino madrid 22 luglio 2014 - A settembre parto per percorrere il cammino de Madrid -circa 320 km -che collega la capitale a Sahagun(2 tappe prima di Leon).Qualcuno vuole associarsi? ciao Ocha
  • Lourdes- sain jean pied de port 20 luglio 2014 - Penso di partire il 28/08/2014 per lourdes se qualcuno sa come prenotare quei pulmini che vanno fino a saint jean pied de port io mi aggrego. Grazie
  • Lourdes- sain jean pied de port 20 luglio 2014 - Penso di partire il 28/08/2014 per lourdes se qualcuno sa come prenotare quei pulmini che vanno fino a saint jean pied de port io mi aggrego. Grazie
  • parto anch\’io 20 luglio 2014 - Ciao, inizio il mio Cammino il 6 agosto da Leon, c è qualcuno che trovo li?

Leggi tutte le News…

 

Film realizzato da Ivano Tavaglione


942 Responses to

  1. Laura

    Ciao, mi chiamo Laura e arriverò a SJPDP il 30 settembre in giornata. Pensavo di avvantaggiarmi sulla prima impegnativa tappa ed arrivare ad Hunto già il 30 settembre, dormire lì e partire per Roncesvalle il 1 ottobre. Conterei di arrivare a Santiago il 28-29 ottobre…spero!!!
    Qualcuno che parte in quersto periodo?
    Buen camino a tutti!!
    Laura

    • renato

      Oddio….partire da Hunto non è che ti allevi la fatica di tanto. Tieni presente anche che è un centro molto piccolo dove, se non ricordo male, l’albergue è anche piccolo e non offre tante …comodità.
      Molti adottano la tua soluzione.
      Personalmente preferisco partire la mattina di buon’ora da SJPD ed utilizzare la sera/pomeriggio prima per un po’ di relax e per acquistare l’indispensabile per la prima tappa. Intendo cibo ed acqua, da honto fino a Roncisvalle non troverai nulla se non una o due fontane. Un panino o della frutta ed un po’ di cioccolata o frutta fresca ti saranno molto utili.
      Se proprio vuoi sostare ad Hunto accertati di trovare posto.
      Per i tempi sei a posto, tranquilla. Attenzione che potresti trovare anche molto freddo
      Ciao

    • Laura

      Grazie 1000 Renato per la risposta!
      Seguirò il tuyo consiglio! Per il freddo mi sono equipaggiata perchè è la prima cosa a cui ho pensato!
      Grazie ancora!
      Laura

      • renato

        Aiutare, per quanto possibile, futuri pellegrini è diventata per me quasi una missione :)
        Condividere l’emozione di aver percorso il Cammino di Santiago, anche solo virtualmente, è una grande soddisfazione
        Ciao

  2. Pier Paolo

    Paolo Mello ri ho inviato una mail

  3. mello paolo

    ciao sono paolo avevo già scritto per una partenza verso la fine di luglio ma per motivi famigliari ho dovuto rinviare. Vorrei partire dopo la metà di agosto primi di settembre da SJPDP a Santiago. Spero di poter finire il cammino in 30/35 gg. E’ la prima volta che faccio il cammino perciò mi piacerebbe trovare un compagno o un gruppo a cui aggregarmi. Riesco a tenere un buon passo e sono abbastanza allenato e non ho problemi di date per la partenza, se qualcuno è interessato mi può contattare anche alla mia mail mellotp@gmail.com. ciao paolo

    • renato

      Con tutta franchezza, ho visto parecchi gruppi (anche un paio di coppie) sfaldarsi già ai primi giorni e poi procedere ognuno per proprio conto.
      Non preoccuparti per la compgnia.in quel periodo ne troverai anche troppa, già prima di arrivare a SJPDP. Non avrai che l’imbarazzo della scelta…..:)
      Io sono partito tutto solo e ed ora ho ancora alcuni amici conosciuti al cammino con i quali corrispondo regolarmente. Da quel lato, credimi, non preoccuparti.
      Detto quanto sopra, fondamentalmente, a prescindere dalle ragioni per le quali uno lo percorre, il Cammino è una cosa da fare soli. La compagnia non mancherà comunque ma ci saranno momenti nei quali sentirai il bisogno di stare solo, pensare riflettere, cazzeggiare o quant’altro. Se sei legato ad un gruppo potresti avere delle difficoltà.
      Ancora. Nonostante il Cammino non sia una “impresa” sportiva o una avventura estrema, richiede pur sempre una certa dose di impegno fisico e mentale. Percorrerlo in gruppo comporta senza dubbio più di un problema. Il ritmo di camminata è diverso per ognuno di noi, tanto farà fatica il lento a seguire il veloce che il veloce ad aspettare il lento.
      Ci sono poi le esigenze ..fisiche che purtroppo non sono sincronizzate. Immagina un gruppo di 10 persone che devono necessariamente fermarsi per fare pipì ed il resto. Aspettarsi significa perdere un paio d’ore….:)
      Chi non sta senza colazione, chi non la vuole fare, che esige di fare pranzo pieno a mezzogiorno e chi si accontenta di un paio di frutti o tre (Io facevo così). Chi vuole fermarsi a riposare echi preferisce tirare dritto. Insomma prova a pensarci.
      C’è poi un altro aspetto che va considerato. Una delle cose più belle del Cammino e non solo per me ma per moltissimi altri Pellegrini, è quella di conoscere altre persone, magari di altre nazionalità e di altre lingue (Io sono, fortunatamente, avvantaggiato) con le quali scambiare, come si può, pareri esperienze di vita, informazioni, socializzare insomma. Ai gruppi ciò è quasi precluso. Il gruppo tende a chiudersi su se stesso fino al’ limite di evitare o ridurre al minimo “interferenze esterne” e dopo un po’, un mese è lungo, il cammino comincia a diventare monotono, cominciano i primi nervosismi ed i primi dissapori e…..piano piano il gruppo si sfalda lasciando a volte anche spiacevoli strascichi.
      Parti tranquillo da solo, mi ringrazierai. Buon Cammino

      • silvano

        Salve Renato, ho letto la tua email e sono d’accordo con te: ho fatto il cammino, da solo, nel mese di Maggio 2013 e mai avrei potuto adattarmi ai ritmi degli altri. Alla mattina uscivo dagli ostelli verso le 7,30, quando la maggior parte si metteva in viaggio all’alba, mi piaceva fermarmi a guardare il paesaggio o ammirare un monumento o una chiesa, a mezzogiorno mi fermavo almeno 1 ora e mezza. Insomma andavo “slow” e non avrei sopportato di adeguarmi ai ritmi degli altri, così come non voglio che altri si adeguino ai miei. In questo modo, mi sono fatto tutto il cammino Francese, avevo molto tempo a disposizione, con lentezza, mi sono riempito gli occhi e l’animo di tutto il bello, e ce n’è molto, che ho potuto ammirare e sono molto molto contento di averlo fatto.
        Saluti

        • renato

          Io andavo completamente all’opposto. Partenza molto presto al mattino (senza disturbare però i dormiglioni :), poi non avevo orari ma ho naturalmente un passo ..spedito. Mi fermavo a fare foto o ammirare il panorama, scambiavo 4 (4 o 6?) chiacchere con i pellegrini che raggiungevo o mi raggiungevano, con alcuni condividevo parte della giornata o del Cammino es i ritmi erano uguali. Senza impegni, magari ci si sentiva ogni paio di giorni per telefono.
          Dovevo tornare quest’anno, a maggio ma ho avuto dei problemi, Ci tornerò l’anno prossimo se tutto va bene con mia figlia, la maggiore.
          Ciao

  4. SARA

    Scusate, qualcuno ha idea su dove si possono acquistare i biglietti per SJPDP? ci sono dei siti internet?
    Grazie
    Sara

    • renato

      Intendi da Bayonne o cosa?
      Da Bayonne li prendi direttamente in stazione, a dire il vero ai miei tempi, 4 anni fa si acquistavano in un apposito “gabbiotto” fuori dalla stazione ma all’ora i treni erano sostituiti da autobus.
      Se intendi altro spiegati :)
      Ciao

  5. renato

    Non vorrei sembrare ne scortese ne saccente ma ciò che sostieni non è esatto. Senza ombra di dubbi.
    Tralasciando il cammino pre-Cristiano che portava i popoli celtici e bretoni fino a Finisterre (A quei tempi considerato il punto più occidentale delle terre note) ad ammirare il sole che “si spegneva nell’acqua dell’oceano per risorgere il giorno dopo dalla parte opposta.
    Tralasciando questo, dicevo, tradizione vuole che i pellegrini una volta giunti a Santiago di Compostela ed espletate i doveri cristiani, si recassero a Finisterre per lavarsi e purificarsi nelle acque dell’oceano Atlantico. Fatto ciò accendevano un falò per asciugarsi nel quale bruciavano gli indumenti o quel che restava di essi, usati lungo il cammino. Nell’occasione raccoglievano anche la “concha”, la capasanta, simbolo del Cammino, come testimonianza che erano effettivamente arrivati al mare. Quest’ultima paerte non è comunque ufficializzata quanto la prima parte. Tieni presente che originariamente, il cammino di Santiago non iniziava in una certa località ma bensì a casa di ogni singolo pellegrino. Luoghi come Saint Jean Pied de Port (Ai piedi del passo) o Somport (Passo di Som) erano luoghi di passaggio quasi obbligatori per lo scavalcamento dei Pirenei. Luoghi simili ma molto meno noti esistono anche a sud nei Pirenei, mentre a nord c’è l’alternativa del cammino del Nord che costeggia il mare per alcune centinai a di chilometri
    Ciao
    PS Senza ombra di dubbio nessuno può asserire “senza ombra di dubbio” dove inizia o dove finisce il Cammino di Santiago. Senza ombra di dubbio partenza ed arrivo sono pur sempre soggettivi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Avvisatemi sugli sviluppi di questa discussione. (avvisatemi anche se non ho commentato)