Gennaio 2017

Posted by on 15 dicembre 2016

Ciao a tutti vorrei intraprendere questo cammino in due mesi gennaio e febbraio unici due mesi liberi che ho purtroppo. Da quanto ho letto e mi hanno detto e sconsigliato, ma attrezzandosi in maniera adeguata ci si puo riuscire?? E un altra domanda tutti i giorni dopo il cammino si arriva in un albergue ovviamente aperto per poter passare la notte evitando di rimanere a dormire fuori all aperto che con la neve é impossibile grazie in anticipo aiutatemi per favore ho bisogno di farlo

22 Responses to Gennaio 2017

  1. Pucci

    Mi piacerebbe fare il cammino inglese dal 27 dicembre in poi 2019. Qualcuno di voi ha info sugli albergue aperti? Grazie mille

    • Luc

      Fatto nello stesso periodo nel 2015, tutti aperti, un periodo speciale, pochi pellegrini ma motivati.

  2. sarah

    parti da solo… assolutamente.. troverai migliaia di persone, e il gruppo, piccolo o grande, si formerà autonomamente.. per affinità… per scelta libera di ognuno…
    è quello il bello del cammino.. conoscere persone nuove e fare nuove esperienze.. chiunque troverai sul web.. sarà “costruito” il più delle volte vi sopporterete più che cercarvi…

  3. Paul

    Ciao a tutti e grazie mille per i preziosissimi consigli. Dopo anni di tentennamenti da qualche giorno ho deciso che proverò il cammino partendo a fine agosto. Dai vostri preziosissimi post ho capito molte cose che mi saranno utili ed ora voglio prenotare i voli e pensare solo ad allenarmi per non rovinare l’effetto sorpresa. Credo che mi lascerò stupire da ciò che mi capiterà e in qualche modo superero’ i problemi man mano che si porranno. Ho solo ancora un grosso dubbio – sui quali mi piacerebbe avere i Vs graditi consigli – ed una curiosità…. il dubbio è se farlo da solo o meno … cioè da una parte sarei veramente molto ispirato a farlo da solo e dall’altra capisco che una compagnia aiuterebbe .. ma più che altro ho paura di offendere chi mi ha già detto che se riesce verrebbe con me. La curiosità invece è questa: sento parlare poco o niente dell’aspetto religioso e spirituale del cammino .. questo vuol dire che si è perso del tutto? Oppure che giustamente è vissuto solo da una parte magari minoritaria ma comunque c’è ancora ? E poi secondo voi c’è una via che si può considerare più spirituale o no ? Per me l’aspetto spirituale religioso è sicuramente molto importante anche se non unico e vorrei fare la via francese .. grazie !

    • sarah

      purtroppo il francese è oramai un trekking.. frequentato perlopiù da “turisti”.. ma ciò non toglie che si possa percorrere in fede cristiana.. basta volerlo..
      se invece intendi :
      un aspetto religioso spirituale di gruppo/comunitario.. che unisca i camminanti… bhè.. il francese non ha più questo aspetto… (poco anche gli altri) ma come detto sopra basta volerlo..
      io personalmente sono credente e evito il francese, preferisco cammini meno frequentati che mi diano la possibilità di meditare e di restare anche sola.. ma lo spirito del cammino cristiano.. quello oramai si è perso da anni….siamo al punto in cui si arriva ad affermare che il cammino non è un cammino di fede.. se leggi tra i vari forum.. te ne accorgi da solo..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avvisatemi sugli sviluppi di questa discussione. (avvisatemi anche se non ho commentato)