PAURA?

Posted by on 2 agosto 2017

La paura è un sentimento naturale, è la paura che ci ha permesso di proliferare, ma soprattutto è la gestione della paura che ci ha distinto dagli altri animali …
Senza la gestione della paura non saremmo mai arrivati ad affrontare la notte, a gestire il fuoco, ad attraversare i mari e via di questo passo.
Molto semplicemente, crescendo,si affrontano paure e si risolvono, in maniera automatica, senza nemmeno pensarci, il primo giorno di asilo, di scuola, la prima lite, la prima lezione di guida, il primo esame universitario etc etc … affrontando le varie situazioni, senza nemmeno pensarci, le abbiamo superate e messe da parte …
Ecco tutto ciò che è venuto spontaneamente si può anche protocollare, farne un’esperienza trasmissibile, da insegnare o da imparare …
Nel nostro caso, nel cammino, che di per sé non dovrebbe creare sentimenti simili, ci si trova sempre più spesso a notare la paura di partire, di mettersi alla prova, ma soprattutto di farlo da soli.. la nostra società, sempre più, rende le persone dipendenti, da un infinità di cose, non siamo neanche più in grado, di prenotarci una visita medica, costretti dal sistema a passare dal cup ad esempio.. o di sceglierci il meccanico di fiducia, costretti da contratti di assistenza programmata.. etc etc …(sono solo esempi..)
Il rendersi “indipendenti” (tra virgolette … perché non esiste una più vera indipendenza, al 100%, che un essere umano possa oggi ottenere..) rende comunque liberi, capaci di prendere decisioni e affrontare le proprie paure…
Come fare a trovare il “coraggio” di partire? Con il ragionamento, solo e unicamente con quello..pensate forse che soldati, marinai, astronauti etc siano uomini o donne speciali? No, sono solo in grado di gestire, e lo sono perché conoscono …
Alla paura ci si fa la domanda di cosa ho paura? Del viaggio? Perché? Si analizzano i mezzi, le percentuali di rischio, le probabilità di incidenti, cosa può succedere se…etc etc ad ogni domanda si cerca una risposta, ad ogni risposta si studia una prevenzione …
Non sono mai stato in un aeroporto? Bene.. mi studio la piantina dell’aeroporto, chiedo informazioni a chi c’è stato.. leggo i regolamenti delle compagnie di volo… etc etc la conoscenza batte la paura, o perlomeno la rende gestibile… esattamente quello che succedeva, inconsciamente, quando da bambini si affrontava una cosa nuova..
Ho paura di essere solo? Mi vado a leggere le statistiche del cammino, quanta gente in un determinato periodo, quanto tempo effettivamente rischio di essere solo? Quanta gente inizia mediamente il cammino nel giorno in cui lo voglio iniziare io? Le risposte ottenute saranno le vostre certezze, la medicina alla paura..
Ciò che fa paura va studiato.. semplicemente.

2 Responses to PAURA?

  1. Sarah

    Grazie Rossella, però ci toccherà di rimandare al prossimo anno, dopo 14 cammini quest’anno, non rinuncerò a camminare, ma lo farò in un altro continente… Spero però di poterti incontrare nel mio prossimo cammino

  2. Rossella

    Stessa identica sensazione Sarah,

    la voglia di partire batte la paura, la paura dell’ignoto, la paura di essere una donna sola che percorre il cammino, il proprio cammino. Io non voglio stare ferma, non sono nata albero, voglio CAMMINARE.
    Spero di incontrarti.
    Buen Camino!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avvisatemi sugli sviluppi di questa discussione. (avvisatemi anche se non ho commentato)