Biciclettari

Ne incontrerete parecchi lungo il cammino (per lo meno in agosto ne abbiam visti tanti, soprattutto italiani e spagnoli).
Alcuni (pochi) sono principianti (della serie: “faccio il cammino in bici visto che ho pochi giorni di ferie”), altri (molti) sono dei veri professionisti delle due ruote: per loro il cammino è una sfida da prestazione fisica. Questi ultimi li distinguerete subito dagli altri per alcune caratteristiche fondamentali:

sono sportivissimi (fisico allenato, muscoli…)
vestono con abbigliamento super tecnico stile “Giro d’Italia”
la loro bicicletta è una mountain-bike superaccessoriata
sfrecciano spesso a gran velocità noncuranti dei pellegrini camminatori

Non me ne vogliano i ciclisti: non ho nulla contro di loro…..ma almeno suonate il campanello o fischiate oppure gridate quando passate vicino a chi cammina! Così almeno ci accorgeremo di voi in tempo e potremo spostarci dalla vostra traiettoria senza mettere a repentaglio la nostra e la vostra vita!

Già perché ci è capitato più volte di camminare tranquillamente e di sentire all’ultimo momento un sibilo (solamente!) e di fare un salto di lato al passaggio del ciclista provetto che subito dopo ti augura gentilmente “buen camino”.”Grazie, buen camino anche a te ma la prossima volta avvisa che sei dietro di me!

 


83 Responses to Biciclettari

  1. Carlo

    Io partirò i primi di ottobre ed ho scelto di partire da Bergamo X Lourdes in aereo ryanair air con bici al seguito e poi il giorno dopo partire in treno per bayonne e sjdp e da lì iniziare il giro in bici. Per il rientro da Santiago sempre aereo con bici al seguito. Ciao

  2. gio65

    Salve , vorrei fare il cammino classico con la bici da corsa e mi rivolgo a chi l ha gia fatto, i tratti di sterrato sono comunque agibili con la bdc ? in totale quanti kilometri sono lo sterrato o asfalto su un totale di 800?

    • Fabio63

      Sono oltre 800 km, il 90% su sterrato, e con la bdc è non difficile,è impossibile, sarebbe quasi impossibile anche con una ciclocross, possibile con una trekking di ottima qualità, bene con una MTB… Questo naturalmente se vuoi seguire il cammino…con la bdc dovresti seguire l asfalto.. Ma allora perché fare il cammino..ti fai i passi dolomitici e ti diverti di piu

    • ciclabili siciliane

      ciao, io e mia moglie l’abbiamo fatto da Saint Jean Pied de Port a Finisterre tutto sul tracciato pedonale con due bici da viaggio Specialized Awol e 25 kg di borsoni ciascuno. Si può fare, la mountain bike è un pò eccessiva ma con la bdc è impossibile. Se vuoi info puoi contattarci.

      • frank

        differenze tra una bici trekking e una specialized awol? a parte il manubrio?
        25 kg a testa? ma davvero?15 kg di bici, 25 di bagagli, 70 di ciclista…con rapporti ibridi.. diciamo un 26/30? (se invece hai montato ad esempio un 22/36 di fatto è una mountainbike non ammortizzata… e anche di fascia alta) e quante salite siete riusciti a fare pedalando?
        dico questo perchè io sono un discreto ciclista (faccio circa 6000 km/anno), e in più conosco bene il cammino francese avendolo fatto sia a piedi che in bici…
        a meno che voi non siate cicloturisti superfit, cosa che certamente è possibile, ma non la norma, dubito che siate riusciti a salire e scendere almeno il 50% delle salite e delle discese stando in sella…
        forse dovreste dirlo a chi si accinge a partire in bici… poi si può anche arrivare a Santiago spingendo la bici senza mai salirci sopra ovviamente.. (è un estremizzazione….)

  3. claudio

    Fabio 63, per il treno Boedeaux – Bayonne nessun problema costo 23 euro con la mtb e al davant idella carrozza hanno posto per 6 biciclette, poi io ho iniziato d ali il cammino verso SJPDP.
    bergamo ha anche la tratta diretta per Siviglia, se uno vuole fare la via della plata,( che farò il prossimo Maggio ) e se vuoi fare il portoghese c’è la tratta per Lisbona o se uno la vuole accorciare per Porto.
    Non vedo il perchè delle due tratte.

    • fabio63

      se vuoi arrivare a Pamplona, o san sebastian, o salamanca, o altre partenze.. ( se sei di bari, o di ancona, o chennesò di dove…sei costretto alle due tratte)..se non vivi in una zona servita bene come la lombardia….e idem per il ritorno da Santiago..(ma tanto da qui di solito si spedisce..)
      d’altra parte anche io ho usato imbarcarla in aereo prima volta…
      poi come già descritto ho valutato la spedizione.. perchè me la imballo io, me la ritirano a casa, e me la trovo in albergo all’arrivo….viaggio leggero, e non ci penso più..
      poi è chiaro che ognuno si trova la sua di soluzione..
      ad alcuni il solo fatto di smontare la bici crea un problema, anzi ad alcuni trovati in giro sul cammino creava problema un cambio di camera d’aria…… e ormai con la bici montata, sugli aerei e sui treni a lunga percorrenza non si sale più.. salve qualche caso specifico..

    • Mario

      Ciao Fabio anch’io vorrei arrivare a Bordeaux con la Ryanair e bicicletta a seguito ,imballata nella borsa portabici. Volevo chiederti 2 cose . 1 se hai avuto problemi con la compagnia aerea e 2 se nel treno Bordeaux – Bayonne la bici l’hai smontata oppure no. Grazie Ciao

      • Paolo

        Ciao Mario ti rispondo anche io visto che ho fatto praticamente la stessa cosa: unica differenza è che sono partito da Malpensa con EasyJet (ma la dinamica era la stessa).
        Innanzitutto a Bordeaux, appena fuori dagli arrivi, c’è il pullman che porta alla stazione.
        La bici in treno io l’ho lasciata smontata in quanto non ho potuto prenotare il posto bici (non c’era più disponibilità) ma da smontata la puoi portare come bagaglio. Ovviamente ci si deve adeguare un pò: la bici, anche smontata, occupa dello spazio. A me è andata bene perchè il treno era praticamente vuoto, ma se c’è gente può darsi ti toccherà strare tra un vagone e l’altro. Semmai verifica se trovi disponibilità per carico bici: anche i TGV hanno questo servizio (appunto con posti limitati). Arrivare a Bayonne è stato comunque molto agevole.

      • Fabio63

        Sul TGV, e da bordeaux devi prendere quello, devi portarla smontata e imballata o in sacca…
        Io la bici la spedisco sempre proprio per evitare problemi, dopo la prima volta…..

      • mario

        Paolo grazie della tua risposta,l’ho davvero apprezzata. Ps. spero solo che i primi di ottobre i treni siano vuoti. Grazie ancora.

  4. fabio63

    ben se fai il francese… e via lourdes+ taxi del quale non citi il costo….. altrimenti volevo vederti a caricare e scaricare bici dai treni…esempio bordeaux bayonne sjpdp…
    senza contare che di cammini ce ne sono altri..e il francese è anche quello meno interessante dal punto di vista ciclistico senza contare l’affollamento.
    negli altri cas le tratte in aereo sono quasi sempre 2 in andata e spesso altre due in ritorno…
    per velocipedo concordo,anche per i bagagli indicati, e lo avevo anche citato.
    in questo momento le spedizioni per la spagna usando packlink.it sono intorno ai 50/60 euro
    e ti trovi tutto a destino senza preoccupartene piu.. certo che anche il trasporto con se in aereo resta un buon metodo…

  5. claudio

    io ho fatto il cammino in mtb lo scorso giugno 2015, con ryanair partenza da Bergamo la mtb nella scatola mi è costata 50 euro. arrivato a Santiago l’ho spedita con velocipedo a 92 euro, e nello scatolone ho messo pure una borsa—

    • Giulio

      Ciao Vorrei fare il Cammino pretendo da Saint-Jean Pie de Port ma devo arrivarci in treno con mtb al seguito partendo da Asti, qualcuno conoscei le tratte dei treni?
      sia andata che ritorno?
      Non vorrei andare in aereo e comunque non mi fido a spedire la mtb,
      Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avvisatemi sugli sviluppi di questa discussione. (avvisatemi anche se non ho commentato)